“L’egoismo è finito. La nuova civiltà dello stare insieme”
(Einaudi)
Il suo pensiero è chiaro, pulito è sostenibile: la Grande Crisi ci spinge verso nuovi modelli: dal cohousing al coworking, dalla Rete al welfare in fabbrica.

Ha solo 20 anni Davide Dattoli, cofondatore di Talent Garden, con sede a Brescia per la sua vocazione di territorio ideale dell’impresa e del fare insieme. Visionari? Forse. Intanto lavorano gomito a gomito programmatori, videomaker, webdisegner… guardano oltre la nebbia della recessione, smuovono idee in un clima eccitante di metamorfosi professionali. Lì tengono d’occhio i business angel, finanziatori/mecenati di nuove idee. La loro comunità è fondata su coworking e copassion, ossia condivisione di lavoro e passione. E già la chiamano la Silicon Valley del bresciano.

Condivisione e solidarietà, sono questi concetti alla base della diffusione planetaria dei social network. Nel campo della sociologia già da tempo si parla di intelligenza collettiva, secondo cui le singole intelligenze devono cooperare per poter gestire un sapere in crescita esponenziale.

Saggi, governanti e pseudo tali, fate finta anche voi di credere che l’egoismo sia finito. A furia di ripeterlo, magari succede sul serio.